Colesterolo alto…la causa è nel tuo intestino!

intestino-colesterolo

Fino a qualche anno fa si credeva che la causa delle malattie cardiache fosse il colesterolo alto ma questo è stato completamente smentito dalla scoperta che la reale causa è l’infiammazione della parete arteriosa.

Il colesterolo è una essenziale per la nostra vita e viene usato per riparare le pareti dei vasi sanguigni. Se i vasi sanguigni sono infiammati avremo un eccesso di colesterolo nel sangue.

Sembra molto semplice eppure milioni di persone nel mondo prendono farmaci per abbassare il colesterolo e fanno una dieta povera di grassi, consigli che non fanno altro che peggiorare lo stato di salute delle persone. Infatti le malattie cardiache e gli infarti sono in aumento di anno in anno.

Tutto quello che dobbiamo fare per abbassare i livelli di colesterolo e prevenire le malattie cardiache è quello di eliminare lo stato di infiammazione dei vasi sanguigni.

La vera causa delle malattie cardiache e del colesterolo alto è nella tua dieta

E’ incredibile come in solo 200 anni la razza umana ha completamente stravolto la propria dieta andando a consumare cibi che non sono mai esisti in precedenza e che il nostro corpo non è quindi geneticamente predisposto a consumare.

Sto parlando delle farine e dello zucchero, che guarda caso sono i cosiddetti cibi ad alto indice glicemico.

I cereali integrali e le farine integrali APPENA macinate non sono ad alto indice glicemico perché vengono convertite gradualmente in glucosio e quindi danno il tempo all’organismo di far assorbire il glucosio nei tessuti senza creare un picco glicemico nel sangue.

eritritolo-o-calorie-0zucchero
Eccessi di zuccheri sono fatali…!

Ogni volta che consumiamo un cibo ad alto indice glicemico si instaura un eccesso di zucchero nel sangue, la cosiddetta iperglicemia che diventa cronica quando la nostra dieta si basa su pane, pasta, dolci, zucchero. Gli effetti di un picco glicemico costante sono disastrosi (possono volerci anni):

  • Vengono danneggiati i vasi sanguigni
  • Indurisce le arterie (arteriosclerosi)
  • Ispessisce le pareti capillari, rende il sangue più denso e può causare delle crepe nei vasi sanguigni più piccoli.
  • Avviene la glicazione ovvero una ridotta capacità dell’emoglobina di trasportare ossigeno ai tessuti con le gravi conseguenze che ben si possono immaginare
  • Aumenta la viscosità del sangue
  • C’è un’anomala tendenza delle piastrine a riunirsi (aggregazione piastrinica)

Se questi cibi vengono consumati saltuariamente (non tutti i giorni) allora il pancreas grazie alla produzione di insulina riesce ad abbassare il livello di glucosio nel sangue facendolo assorbire alle cellule ed ai tessuti e il colesterolo riparerà il breve danno che è stato subito dai vasi.

Ma quando questi cibi invece costituiscono la nostra dieta (cosa che purtroppo è vero per il 90% della popolazione) allora c’è un costante picco glicemico troppo frequente nel sangue e quindi giorno dopo giorno si danneggiano le pareti dei vasi sanguigni.

La Candida rinforza l’infiammazione

Tuttavia questa non è l’unica modalità in cui gli zuccheri causano il danneggiamento dei vasi sanguigni.

Lo zucchero e le farine raffinate generano infiammazione intestinale e nutrono la Candida che quindi inizia a crescere indisturbata, con questi effetti:

  • La parete dell’intestino si indebolisce e comincia a far filtrare sostanze (cibo, batteri, ecc) nel flusso sanguigno
  • La candida produce tossine e scorie che finiscono nel flusso sanguigno
  • E’ stato dimostrato di recente che la candida e altri funghi riescono ad accumularsi anche nei vasi sanguigni
candida-albicans
La candida albicans è un problema molto comune

Questa situazione causa una sovrappopolazione di microbi nel sangue che proliferano anche nelle pareti dei vasi sanguigni provocando infiammazione cronica.

Il colesterolo è l’ultimo anello della malattia cardiaca

Il colesterolo, che oggi viene demonizzato, ha la funzione di contribuire alla normale formazione e riparazione delle membrane cellulari e viene quindi utilizzato in realtà per riparare i vasi sanguigni. 

Quando i vasi sanguigni sono sotto infiammazione cronica, è necessario troppo colesterolo e quindi si manifesta una occlusione dei vasi sanguigni con la conseguente restrizione del flusso sanguigno.

L’eccesso di colesterolo non proviene dalla dieta

Quello che il tuo medico non ti ha mai detto sul Colesterolo ed è vitale che tu sappia il 75% del colesterolo presente viene prodotto dal nostro corpo e solo il rimanente 25% proviene dai cibi che ingeriamo.

Quello che accade con la Candida è inoltre che essa impedisce l’assorbimento di vitamina B6 e zinco.

Una deficienza di questi due nutrienti causa problemi al metabolismo dei grassi e all’utilizzo corretto del colesterolo da parte dell’organismo, come afferma il Dott. Walter Last.

“Se se si verifica un danno eccessivo nel nostro corpo, tale da rendere necessario del colesterolo supplementare attraverso il flusso sanguigno, non sembra molto saggio abbassare il colesterolo e semplicemente dimenticare il perché si è formatoSembrerebbe molto più intelligente ridurre il maggior fabbisogno di colesterolo riducendo l’infiammazione cronica”.

Dott. Rosedale

dieta-biologica-alimentazione

Cosa fare per ridurre l’infiammazione cronica

L’infiammazione non è una cosa complicata – è semplicemente una difesa naturale del corpo che richiama i suoi difensori a riparare il danno. Tuttavia se continuiamo ad alimentare la causa dell’infiammazione allora essa diventa cronica e i danni diventano seri e mortali.

Ecco alcuni consigli:

  • Elimina lo zucchero
  • Elimina i cereali raffinati e tutti i prodotti a base di farina
  • Elimina il glutine (favorisce l’infiammazione)
  • Elimina i latticini (favoriscono l’infiammazione)
  • Mangia poco e spesso in questo modo non avrai molti sbalzi glicemici
  • Accompagna ogni pasto con la verdura cruda ben condita che tiene basso l’indice glicemico
  • Non limitare i grassi sani come olio extravergine di oliva e olio di cocco
  • Assumi vitamina B6, zinco e vitamina D che riducono l’infiammazione e migliorano il metabolismo dei grassi
  • Assumi vitamina C e lisina che rafforzano le pareti dei vasi sanguigni
  • Prenditi cura del pancreas: mastica bene ogni cibo e mangia cibi crudi vivi ricchi di enzimi
  • Prenditi cura del fegato: fai delle tisane depurative a base di tarassaco, cardo mariano; assumi integratori specifici per il fegato
  • Assumere olio di cocco ogni giorno è ottimo per sbarazzarsi della Candida.

Il Dr. Linus Pauling, uno dei più grandi scienziati del XX secolo, premio Nobel per la chimica, aveva già affermato – quando ancora non c’erano studi certi –  che la causa crescente delle malattie cardiache era dovuto al crescente consumo di zucchero da parte della popolazione.

L’intero articolo è di proprietà del sito www.dionidream.com, e lo ringrazio caldamente per la concessione.

Se vuoi liberarti dei parassiti, e ricondizionare l’intestino, lo puoi fare assumendo per almeno 1 mese i prodotti del Metodo MC che trovi su www.shopbiologico.com

Se ti è piaciuto questo articolo “Colesterolo alto…la causa è nel tuo intestino!“, allora commentalo qui in basso e condividilo con quelle persone che potrebbero essere interessate.

Occhiali stenopeici, servono a vedere meglio davvero?

occhiali-stenopeici-bates

Gli occhiali a fori stenopeici sono costituiti da una montatura con degli schermi neri con dei piccoli fori posizionati con uno schema ben preciso.

Il principio di funzionamento ottico su cui si basano è il seguente: rendere paralleli tutti i raggi luminosi che raggiungono la retina senza necessità di accomodazione per cadere direttamente sulla fovea (una regione centrale della retina di massima acutezza visiva).

Ad aiutare questo funzionamento sono prima di tutto la forma concava degli schermi e la posizione dei fori a nido d’ape. Tutto ciò per consentire a chi indossa l’occhiale di ottenere una migliore acuità visiva.

Il risultato è che l’occhio è obbligato a cercare la luce attraverso i piccoli fori, favorendo dei micro-movimenti oculari continui che costituiscono una ottima ginnastica passiva che consente anche un rilassamento della muscolatura orbicolare. Inoltre viene stimolato e riabilitato il movimento di oscillazione.

Gli occhiali sono una vera e propria “palestra” dell’occhio. Necessitano, però, di un uso costante per poter garantire dei miglioramenti. Il consiglio è di utilizzarli in maniera graduale per osservare cose che non si vedono bene ad occhio nudo. Inizialmente si possono adoperare per circa 10-20 minuti al giorno fino ad arrivare ad un massimo di 2-3 ore non continuative.

occhiali-stenopeici-illustrazione-fori
Visione della luce  attraverso i fori degli occhiali stenopeici

Per usufruire al meglio delle proprietà di questi occhiali è necessario utilizzarli svolgendo alcuni esercizi, come ad esempio:

  • prendere in mano un giornale, una rivista o un libro e leggere gli stessi, allontanandolo e avvicinandolo con un movimento lento;
  • muovere gli occhi da destra a sinistra e dall’alto al basso per dieci volte;
  • osservare il perimetro delle lenti in senso orario per dieci volte e ripetere lo stesso esercizio in senso antiorario.

Opinioni positive

Si tratta di un prodotto sicuramente efficace.

Addirittura molti medici oculisti affermano che, per quanto gli occhiali stenopeici, “non guariscano definitivamente le diottrie o i diversi disturbi della vista, ma assolvono pienamente alla loro funzione correttiva durante l’uso.

Le persone che hanno utilizzato gli occhiali, nella maggior parte dei casi, esprimono pareri positivi, poiché sono molto soddisfatti dei risultati.

All’inizio, quando si indossano si avverte una “strana sensazione” (semplicemente perché l’occhio deve abituarsi a guardare nei puntini). Sono in tanti, però, a riscontrare, già dai primi utilizzi, una diminuzione concreta del senso di affaticamento e dei mal di testa serali, soprattutto dopo aver trascorso un’intera giornata davanti al computer.

Esercitando i propri occhi per una ventina di minuti ogni giorno, infatti, quasi tutti affermano di “sentire gli occhi più riposati e freschi” e di “non avvertire più i fastidiosi bruciori serali.”

Qualche precisazione

Si ricordi che la correzione e il miglioramento non saranno uguali per tutti: ognuno avrà una percezione visiva personale e diversa dagli altri,  anche in basealla costanza degli esercizi svolti.

Sono occhiali che vengono spesso accostati al Metodo Bates per migliorare la vista: questo metodo non ha alcuna attinenza con questo tipo di occhiali, sebbene alcuni dei principi sono certamente comuni agli insegnamenti.

occhiali-stenopeici-metodo-bates
Occhiali stenopeici classici

Sottolineo infine quanto segue:

Gli occhiali stenopeici proteggono da un’eccessiva esposizione alla luce (e potrebbero essere usati da chiunque come occhiali da sole), ma essi non proteggono dai raggi UV.

È assolutamente vietato portare gli occhiali stenopeici quando si è alla guida di un veicolo, dato che il campo visivo è notevolmente ridotto durante l’utilizzo.

Non bisogna indossare gli occhiali stenopeici quando si ha la necessità di effettuare movimenti veloci, quando si pratica sport, in presenza di poca luce (esse, in tal caso, potrebbero addirittura essere fastidiose per la vista).

Se non sai dove acquistare questi strepitosi occhiali, visita questo sito: www.shopbiologico.com e ordina i tuoi occhiali a Giovanni.

Se ti è piaciuto questo articolo “Occhiali stenopeici, servono a vedere meglio davvero?“, allora commentalo qui in basso e condividilo con quelle persone che potrebbero essere interessate.

L’Eritritolo, il dolcificante con 0 calorie

eritritolo-biologico-0-kcal-0-zucchero

L’eritritolo è un dolcificante naturale appartenente al gruppo dei polioli (o polialcoli), prodotto a partire dalla fermentazione di zuccheri naturalmente presenti in frutta e altri alimenti di origine vegetale.

L’eritritolo ha un potere dolcificante pari al 70% del comune zucchero da tavola.

Dopo anni di diniego, dal 2006 la legislazione europea ne ha autorizzato l’impiego in diversi alimenti, dalle gomme da masticare, ai dessert, ai prodotti da forno e non fissando una dose massima.

Nei prodotti viene indicato in etichetta con la sigla E968.

I polialcooli, generalmente, si accumulano nell’intestino causando un richiamo di acqua con conseguente effetto lassativo. L’eritritolo è invece assorbito per il 90% nell’intestino ed escreto immodificato attraverso le urine.

eritritolo-o-calorie-0zucchero
Un cucchiaino di eritritolo

 I 5 vantaggi dell’eritritolo

Oltre a quanto appena descritto, ti ricordo i 5 vantaggi salienti dell’eritritolo:

  • ha zero calorie a differenza del saccarosio che apporta 4 kcal/g,
  • non influisce sui livelli di glucosio e di insulina nel sangue, rendendolo adatto anche a chi soffre di diabete o nelle persone affette da alterato metabolismo glucidico per le quali è necessario abbattere il carico glicemico dei vari pasti (obesità/iperglicemia ecc…)
  • non è cariogeno, preservando la salute del cavo orale
  • non ha retrogusto come altri dolcificanti naturali (stevia)
  • ha un sapore piacevole che lo rende adatto ad essere utilizzato sia nelle bevande calde che in cucina.

Il video…

 

Utilizzi dell’eritritolo

  • nelle torte (attenzione al suo utilizzo nelle frolle: provate varie ricette, altrimenti, in certi casi, la frolla può
    risultare “gommosa”)
  • nei sorbetti
  • nelle meringhe
  • nelle creme
  • negli sciroppi (utilizzarlo a caldo perché tende a cristallizzare)
  • nelle marmellate e confetture
  • può essere anche sostituito in alcune preparazioni salate come le marinature.
Formula chimica dell'eritritolo
la formula chimica dell’eritritolo

Dove puoi acquistare l’eritritolo?

Il prodotto più sicuro in assoluto lo trovi presso i negozi biologici, ad esempio qui: www.shopbiologico.com

Attenzione a quello non OGM, non biologico, e venduto a prezzi troppo bassi: pensa che esso, del tutto naturale, può essere anche prodotto dalla paglia, con l’aiuto di un fungo, il Trichoderma reesei, geneticamente modificato per stimolare la produzione di un enzima in grado di decuplicare la quantità di eritritolo generato, rispetto alla sua versione non geneticamente modificata, senza necessità di utilizzare i lieviti (vedi qui: https://www.ilfattoalimentare.it/eritritolo-calorie-dolcificante.html).

Se ti è piaciuto questo articolo “L’eritritolo, il dolcificante con 0 calorie“, allora commentalo qui in basso e condividilo con quelle persone che potrebbero essere interessate.

L’acqua del rubinetto è davvero come vorresti?

acqua-rubinetto-pfas-osmosi-inversa-montagnana

Montagnana, 17 gennaio 2017 (Giovanni Nani).

Che bello: hanno messo i nuovi filtri e mi sento piu’ sicura!“, “Hai sentito, adesso hanno sistemato il problema Pfas a Montagnana“, o ancora: “Finalmente giustizia è fatta!“, e “A forza di cortei e manifestazioni l’hanno capita: finalmente l’acqua è pulita!“…

Questi alcuni delle affermazioni dei veneti (quelli che credono ancora ai mass-media, alla TV e ai giornali).

Subito sono stato preso da una grande gioia, e da una certa emozione: l’acqua del rubinetto è finalmente pulita!

Ma siccome ad una recente prova al mio rubinetto di casa un tecnico ha trovato un dato di durezza dell’acqua di oltre 600, mi è subito sorto un forte dubbio!

Allora, con gli strumenti a mia disposizione (pentola e fornello), ho eseguito un semplice test a casa mia, uno di quelli facili facili, economici e rapidi: ho preso una padella e ci ho versato dentro 1 litro di acqua purificata a osmosi (VEDI FOTO 1 e 2) e l’ho fatta evaporare per circa 30 minuti in una padella nera. Ho realizzato che non è rimasto niente di niente, e dunque il residuo dopo una ultra-filtrazione è ZERO, così come immaginavo, così come sapevo essere.

Ho eseguito un secondo test: ho preso la stessa padella, l’ho lavata e ci ho versato 1 litro di acqua di rubinetto, e l’ho messo sul fornello a bollire sempre per 30 minuti (VEDI FOTO 3 e 4). Ho rilevato una patina molto evidente, che mi fa pensare che l’acqua ha un residuo fisso molto molto elevato, infatti si tratta di un’acqua industriale che è stata trattata dalla società di distribuzione dell’acqua.

Ecco le FOTO: le prime due sopra sono del test circa l’acqua trattata con impianto ad osmosi inversa, mentre le altre due in basso sono del test eseguito con acqua di acquedotto.

Notate delle differenze?

acqua-rubinetto-acquedotto-montagnana
Test-1 (acqua trattata con osmosi inversa) e Test-2 (acqua di rubinetto)

A questo punto sorge una domanda: secondo te l’acqua che esce dal rubinetto di casa tua e’ davvero così pura, oppure contiene alcuni residui che non dovrebbero esserci? (come ad esempio cloro, metalli pesanti, pesticidi, nitrati, arsenico..)

A Voi i commenti.

Grazie per aver letto questo articolo “L’acqua del rubinetto è davvero come vorresti?“.

Giovanni Nani

 

PS: per avere informazioni sul miglior impianto ad osmosi in commercio, chiama Giovanni al 3347317757 o scrivi a info@shopbiologico.com

PS: leggi anche http://www.shopbiologico.com/blog/il-nuovo-e-incredibile-impianto-a-osmosi-inversa-con-mineralizzatore/

Il Nuovo e Incredibile Impianto a Osmosi Inversa con Mineralizzatore

acqua pura da pfas

Sensazionale!!!

Il rivoluzionario impianto ad osmosi inversa con mineralizzatore è arrivato da Good Food, il negozio biologico crudista di Montagnana (PD) , e vorrei presentartelo per la prima volta qui di seguito.

Il Nuovo e Incredibile Impianto a Osmosi Inversa con Mineralizzatore

Acqua Pura è Energia Vitale!

Il nuovo sistema per purificare l’acqua di casa

L’impianto ad osmosi inversa StarLine è un sistema sicuro, testato e lo consiglio caldamente ai clienti di Good Food di Montagnana, e ai lettori del blog shopBiologico.com, perchè ha all’interno sia i noti filtri a carboni attivi che la membrana osmotica, e rimuove le seguenti tossine e impurità dall’acqua di casa (che causano un mal funzionamento degli organi del corpo):

  • metalli pesanti
  • pfas
  • pesticidi
  • nitrati
  • arsenico
  • cloro
  • batteri e virus

Non finisce qui…

Starline è dotato di un filtro mineralizzatore per arricchire l’acqua – che solitamente nei comuni impianti a osmosi ha residuo fisso pari a zero (praticamente esce acqua distillata) – e quindi risulta davvero molto gradevole al palato, e buona da bere.

Dunque il residuo fisso è basso  (ma non è zero), ed è pari a 50 mg per litro, proprio come le migliori acque minerali: ha la capacità di far sì che l’acqua entri in circolo negli organi, idrati le cellule e i tessuti, e depuri l’organismo, portando via con se le tossine di scarto dal corpo verso gli organi deputati alla secrezione, tramite feci e urina.

Funziona tutto secondo quanto stabilito naturalmente, proprio in questo modo: se l’acqua è pura, è anche buona, questo significa che si avverte, naturalmente, l’esigenza di berne di più, si beve più volentieri ed il corpo è maggiormente idratato, le cellule funzionano meglio grazie al migliore trasporto di energia, ed è possibile eliminare meglio le scorie e le tossine dal corpo grazie alla funzione purificante di questa acqua minerale e pura.

Il video dell’incredibile sistema ad osmosi inversa con mineralizzatore

Vorrei mostrarti qui di seguito un video nel quale puoi vedere l’efficienza, la potenza e le elevate prestazioni di questo nuovo e incredibile impianto ad osmosi inversa con mineralizzatore:

Come avere ulteriori informazioni?

Se sei interessato a migliorare il tuo stile di vita, contatta subito Giovanni al 3347317757, oppure scrivi a info@shopbiologico.com per fissare una consulenza personalizzata, per assaggiare questa meravigliosa acqua nello show room di Good Food, o per visionare personalmente l’impianto purificatore ad osmosi inversa mineralizzante.

Cosa ne pensi di questo nuovo sistema per filtrare l’acqua di casa? Gentilmente scrivi qui in basso le tue impressioni, e ponimi eventuali domande e considerazioni su questo articolo “Il Nuovo e Incredibile Impianto a Osmosi Inversa con Mineralizzatore“.

Zenzero Cafe & Good Food Negozio Biologico Crudista

caffè biologico a Legnago

La simpatia si percepiva nell’aria. Un anno e mezzo fa andai in visita allo Zenzero Cafe di Legnago (VR): mi colpì il coraggio di Andrea di aprire un locale con prodotti biologici, e vegetariani.

Eccolo:

zenzero-cafe-biologico-legnago
Lo Zenzero cafe di Legnago (VR)

Lo Zenzero Cafe è un locale piacente, luminoso, ordinato, elegante, e che nasce nel centro di Legnago, città a pochi chilometri da Montagnana (PD), dove ha sede il Negozio Biologico Crudista Good Food di Giovanni Nani.

Good Food ha il piacere di fornire ben 2 estrattori di succhi con i quali Andrea, il titolare del locale, preparerà agli avventori dei meravigliosi estratti di frutta e verdura.

Ecco l’estrattore di succhi che ha scelto Andrea: si tratta di una macchina affidabile, compatta e semplice da pulire, l’ormai notissimo Juicepresso 03 fabbricato dall’azienda Coreana Coway.

Eccolo:

Juicepresso 03 di Coway

Juicepresso 03 di Coway

L’emozione di contribuire al successo del locale di un collega è moltissimo, e mi presto affinchè il servizio di assistenza – se necessario – sia quanto più rapido ed efficiente possibile.

Questa è la garanzia di qualità del mio negozio biologico Good Food.

juicepresso-03-frutta-verdura

Juicepresso 03 di Coway

Un pò di Storia dalla pagina fb di Zenzero cafe (https://www.facebook.com/Zenzero-Cafe-106981606309672/)

Storia
Immaginate un luogo dove poter chiacchierare e scambiare punti di vista, sorseggiando prodotti sani, naturali e biologicamente certificati.
– 
Un sogno che diventa realtà allo “Zenzero Cafe”, un locale nuovo e innovativo, manifesto di una vita salutare e con una vasta gamma di prodotti biologici ed eventualmente vegani.
 –
Una caffetteria per tutti i momenti della giornata: dalla colazione alla pausa pranzo, un brunch veloce oppure un aperitivo in compagnia.Ogni fascia oraria ha le proprie proposte:- COLAZIONE: oltre ad un caffè biologico e quattro diversi tipi di latte, potrete deliziare il vostro palato con torte golose, brioches fresche, menù multivitaminici per i più piccoli o energetici per affrontare al meglio la giornata di lavoro.
PAUSA PRANZO: per un pranzo leggero e vegano proponiamo un tris (composto da un primo, un secondo e un contorno)
BRUNCH: una pausa da condividere con gli amici più cari accompagnati da tramezzini, toast e golosissimi frullati di frutta e latte vegetale.
APERITIVO: il momento più bello della giornata, una selezione di aperitivi tassativamente biologici e slow juices, estratti di frutta e verdura preparati con il metodo dell’estrazione a freddo, per mantenere le vitamine, gli antiossidanti e le fibre idrosolubili della frutta completamente attivi.
Zenzero Cafe
Piazza Garibaldi n. 7 – Legnago
Chiama 347 706 8853

Evento SupperClub Vegano Crudista a Montagnana

crudismo a Montagnana biologico

Bio-Emotional Raw, 3 dicembre 2017  a mezzogiorno

Il primo evento di SupperClub Vegano Crudista di Giovanna&Giovanni si svolgerà a Montagnana (PD) il 3 dicembre 2017, dalle ore 12 alle ore 15, e si intitola Bio-Emotional Raw!

Seguici su facebook SupperClub Vegano Crudista >>> https://www.facebook.com/events/287437655102506/

In collaborazione con Gnammo, VAI ALLA PAGINA >>>https://gnammo.com/events/18869/bio-emotional-raw

DI COSA SI TRATTA?

Giovanni e Giovanna ti attendono a casa loro per deliziarti con piatti creati con alimenti e bevande BIOLOGICHE; saranno 3 ore cariche di gioia e amore, un momento importante di cura per se stessi.

Degusterai bevande e alimenti VEGANI “vivi” e crudisti (RAW), ossia poco manipolati: lavorati quanto basta, con cura e con grande AMORE, e sottoposti al massimo a 42 gradi di temperatura, per preservare enzimi e vitamine .

La MUSICA rallegrerà l’ambiente, che sarà impreziosito da ARIA ionizzata e ACQUA purissima ed energizzata.

Ci confronteremo condividendo PENSIERI e le SENSAZIONI che scaturiranno dell’esperienza che vivremo durante il lunch.

Tutte le portate sono realizzate quasi esclusivamente con prodotti biologici, che rispettano la tipicità geografica.

MENU’ DELL’EVENTO

Drink Frizzante ZERO Alcool
Carrubino di Benvenuto

Estratto di Ortaggi & Frutta Stagionale

Pinzimonio con Vinaigrette di Aceto di Kaki
Crema di Ortaggi & Germogli
Drink Frizzante ZERO AlcoolBombetta Proteica Crudista
Crostino Crudo & Mousse VeganaCafè Basificante
PS: a rallegrare la giornata anche gli strumenti ancestrali del genio musicale Enrico Callegaro, noto creativo padovano.
PPS: a impreziosire la giornata anche Alberto il magnifico, esperto professionista di nutrizione superiore ci delizierà con qualche suggerimento sul transurfing, su che acqua bere, che aria respirare, e quale cibo è energetico e quale anti-energetico!
Se ti è piaciuta l’idea, allora non esitare, CLICCA QUI ed iscriviti subito >>> https://gnammo.com/events/18869/bio-emotional-raw

Melograni Wonderful disponibili [sgranatore in OFFERTA]

Gentile cliente,  è arrivata la stagione autunnale coi suoi frutti, e uno dei re della tavola è il MELOGRANO, coi suoi 6000 ORAC per 100 ml di succo (oxygenal radical absorbence capacity) ossia la proprietà di assorbire i RADICALI LIBERI.

E’ un frutto che fa davvero bene e che vi consiglio di mangiare perchè:

  • Ricco di potenti antiossidanti.
  • Aiuta la rigenerazione cellulare.
  • Aiuta gli uomini ad affrontare e prevenire i problemi alla prostata.
  • Aiuta a prevenire le malattie cardiache. 
  • Può aiutare a ridurre il rischio di cancro al seno.
  • Può risolvere i tuoi sbalzi d’umore.
  • Aiuta a mantenere le ossa forti.
  • Protegge l’attività cerebrale
  • Ti manterrà giovane!
  • Può aiutare ad esfoliare la pelle.

 

ATTENZIONE: News dal negozio biologico Good Food

 

Ti comunico che sono disponibili, fino ad esaurimento scorte, i MELOGRANI WONDERFUL BIOLOGICI, eccoli:

Melograno wonderful biologico
Il Melograno wonderful biologico

 

Sono i melograni più belli, grandi, rossi, e sono BUONISSIMI!

 

Il costo di soli € 4,- al chilogrammo e la provenienza è siciliana, la classe è la  I°, ossia sono della qualità migliore.

I soci produttori appartengono alla Cooperativa Sociale Agricoop di Marsala (TP).

 

Abbiamo pensato anche al pratico SGRANATORE PER MELOGRANO, in OFFERTA speciale al costo di 11,-€ per sgranare più facilmente i Melograni.

 

Dunque ti aspettiamo da Good Food Negozio Biologico e Crudista, ci trovi in via Alberi, 26 (Giovanni Nani cell. 3347317757)

✓ LA PASTA DI FRUMENTO É SORPASSATA?

FUSILLI DI LEGUMI BIOLOGICI

[Perché dovresti iniziare a mangiare questa buonissima pasta biologica]

Mangiare SANO é il sogno di tutti! 
Ultimamente invece molte persone incappano in allergie, intolleranze, cibo di scarsa qualità.

Ecco perché Good Food – il negozio del cibo sano di Montagnana – ha deciso di RIVELARTI il motivo di tutto questo malessere.

– Pasta essiccata oltre 140 gradi di temperatura 
– Pasta prodotta con farine piene di dannosi pesticidi 
– Pasta proveniente da zone poco sicure o con controlli scadenti (Cina??)
– Pasta a basso prezzo che non può essere di qualità (tipicamente quella dei discount)
– Paste cariche di glutine (per facilitare la lavorazione)
– Paste prodotte con grano OGM che non si sa cosa fa o che malattie provocherà a chi lo mangia…

Good Food si trova in via Alberi a Montagnana ed é qui per difendere la SALUTE di quei clienti che vogliono mangiare sano e senza rischi.

BASTA alimenti-truffa,
STOP alle Paste che creano problemi nella digestione,
✓ Metti FINE a quelle schifezze che fanno solo ingrassare e portano a intolleranze.

>> Ecco la proposta: sono arrivate le paste di LEGUMI 100% che sono buonissime e rapide da preparare (2 o 3 minuti)

Vieni da Good Food a fare scorta!

Il cacao: il cibo degli déi

Molto spesso quando si parla di cacao e cioccolato si afferma che esso è “il cibo degli dei”.

Non c’è definizione più corretta: il nome della pianta che offre questo sublime alimento è Theobroma cacao e il
termine Theobroma in greco significa appunto “cibo degli dei”.
La leggenda vuole che un dio offra agli umani questa pianta per ricordare il sacrificio di una principessa
precolombiana che difende con la sua stessa vita il tesoro affidatole dal suo sposo (“…. Dal suo sangue
nacque una pianta con semi amari come la sua sofferenza , forti come la sua virtù e rossi come il suo
sangue…”).

cacao1

Il meraviglioso “essere” di un alimento vivo

Le fave (o semi) di cacao crescono spontaneamente all’interno di un frutto (cabossa), dalla forma di un
cedro allungato, in un numero che varia da 25 a 40. La fioritura è continua.

Le popolazioni produttrici della fascia tropicale del mondo (Brasile, Messico, Costa d’Avorio, Sud est asiatico), lo utilizzano a crudo: mangiano i semi appena tolti dalla cabossa, definendo gli stessi un medicinale (senza effetti collaterali!), utilizzato come lassativo e ricostituente.

Il cacao o le fave nel pieno della loro vitalità, raw, sono ben diverse dal cacao o dal cioccolato “addomesticato” dall’uomo. L’essere umano purtroppo, anche in questa circostanza, modifica il cacao edulcorandolo con ingredienti (zucchero e grassi, nel migliore dei casi oppure latte) o destrutturandolo attraverso tostatura e raffinazione.

Questi “magheggi” sono atti a renderlo più appetibile, ma creano un prodotto lontano dalle sue peculiarità, lontano dalla sua “ricchezza” in termini di nutrienti.

Le pratiche umane tendono ad ottenere mero guadagno, la natura, invece, nella sua perfezione e
nella sua ricerca continua di equilibrio, crea un chicco fortemente amaricante e decisamente aromatico,
tanto che l’uomo non è attratto a “consumare” questo alimento, ma a nutrirsi di esso in piccole dosi e con
specifiche finalità!

Molteplici sono i benefici del prodotto che contiene 300 composti chimici ben identificabili e antiossidanti
di altissima qualità.

Le proprietà del cacao

  1. è una fonte di antiossidanti naturali;
  2. contiene vitamine del gruppo B e E;
  3. contiene sali minerali, in particolare magnesio (per la forza della nostra struttura ossea), ferro,
    potassio, zinco e selenio;
  4. è fonte di acidi grassi insaturi (quello oleico);
  5. contiene fibra.
  6. il cacao promuove il flusso sanguigno e previene l’eccessiva coagulazione (che ha effetti, purtroppo, in
    termini di infarto e ictus);
  7. riduce i danni creati dal logorio della vita alle cellule;
  8. migliora il metabolismo degli zuccheri (ha effetto anche sulla perdita di peso delle persone);
  9. migliora le funzioni cognitive, stimolando l’attenzione, grazie alla teobromina (alcaloide naturaledella stessa famiglia della caffeina e della teina);
  10. aiuta l’umore (e lo spirito!), intervenendo sull’innalzamento dei livelli di serotonina, endorfine feniletilamina (quest’ultimo chiamato appunto, ormone dell’amore). .

cacao2

Cacao crudo e convenzionale

Il cacao proviene da diverse varietà di piante di Theobroma, 3 sono, però, le più utilizzate in termini di
produzione:

Criollo ( la più pregiata; intensamente aromatica, ma pure fine e delicata al gusto, è prodotta in particolare
in Venezuela, così come in Ecuador, in Papua Nuova Guinea e a Java;

Forastero (dal gusto più marcato e persistente; coltivata nel bacino del Rio delle Amazzoni);
Trinitario (un ibrido tra le prime due, anche in termini degustativi; coltivata in America Latina e in
Indonesia).

La differenza sostanziale tra un cacao raw e convenzionale è nella tostatura e nel non sottoporre il primo a
temperature superiori a 42°, durante le varie fasi produttive.

Di seguito descriviamo il processo a cui è sottoposto il prodotto. Le fave di cacao sono estratte dalla cabossa e sottoposte a fermentazione, al fine di favorire lo sviluppo degli aromi tipici del cacao. Trascorsi 5 giorni, le fave fermentate sono sottoposte a essicazione, che blocca la fermentazione (prima alcolica, poi lattica e infine acetica) e riduce il contenuto di acqua e, di conseguenza, il possibile sviluppo di muffe. L’essicazione avviene per 2 settimane circa.

Da questo momento si dividono le strade che portano all’ottenimento del cacao a crudo o tostato. Il cacao
tostato, infatti, è portato successivamente ad una temperatura di 120- 180° C per un tempo che varia da 16
a 60 minuti. Si pensa che questa fase sia necessaria per lo sviluppo degli aromi e delle sostanze volatili che
caratterizzano il cacao più comune.

Le fave tostate sono decorticate e macinate per ottenere la pasta di cacao (o massa di cacao o liquore di cacao). Dalla massa, per spremitura, si ottiene il burro di cacao e la polvere secca, che contiene meno grassi rispetto al prodotto di partenza. Al cacao raw si risparmia la pratica della tostatura e il superamento della temperatura di 42°, nelle diverse fasi produttive (si ricordi, comunque, che anche fermentazione e essiccamento potrebbero essere evitate: le fave di cacao, come poc’anzi ricordato, sono comunque commestibili!).

cacao3

Cacao e cioccolato

A volte i termini sono confusi, ma la differenza è netta. Il cacao in polvere è ottenuto rimacinando i residui
derivanti dalla spremitura del burro di cacao. Esso esiste nella versione amara o zuccherata (di solito con
l’aggiunta di zucchero a velo nelle dovute proporzioni).

Il cioccolato, invece, è ottenuto incorporando alla massa di cacao il burro e la polvere di cacao. Molto spesso, purtroppo, vi sono anche altre aggiunte, per esempio, lo zucchero e il latte in polvere. I danni che derivano dall’aggiunta (senza nesso) del latte sono certi: blocca l’assorbimento degli antiossidanti presenti nel cioccolato, privando così il prodotto di una delle sue peculiarità!

Benefici e produzione

I numerosi benefici del cacao sono evidenti se la scelta si orienta verso un prodotto biologico e “lavorato a
crudo”, in effetti, se si rispettano questi criteri l’alimento è ricco di quanto sopra e precedentemente
evidenziato e può essere definito superfood.

La produzione secondo agricoltura convenzionale comporta, invece, l’utilizzo di sostanze chimiche e pratiche (per esempio, l’irrorazione spesso connessa all’utilizzo di diserbanti), che sono dannose per l’integrità dello stesso, anche se sono prassi nella crescita delle piante, secondo l’agricoltura più tradizionale.

Nutrirsi con il cacao

Il modo più appropriato per inserire nella propria nutrizione il cacao, è assumerlo in una quantità pari a
circa 1 cucchiaino, sottoforma di cacao in polvere, granella, fave di cacao …

L’alimento si può aggiungere a frullati o smoothies o a macedonie di frutta o ancora a porridge di cereali (avendo cura di unirlo al cibo senza sottoporlo a cottura!).

Miti da sfatare …

L’apprezzato e rinomato cioccolato di Modica non è “a crudo”, in quanto esso è lavorato con fave di cacao
tostate ed è solamente ultimato con procedimenti che usano basse temperature.

… Da provare

cacao-smoothie

Smoothies ricco (ingredienti per una persona)
Ingredienti: 200g di latte vegetale di mandorle o nocciole homemade (ingredienti 1 Tazza di frutta secca
reidratata, 2 o 3 tazze di acqua in base alla consistenza che si desidera. Frullare gli ingredienti e filtrare il
composto con un panno neutro oppure produrre la bevanda utilizzando l’estrattore) 5 – 6 datteri di medie
dimensioni oppure 2 cucchiai di uvetta o di bacche di goji entrambe reidratate una bacca di vaniglia 2
cucchiai di cacao crudo
Procedimento: frullare tutti gli ingredienti amalgamandoli. Servire in bicchieri di grandi dimensioni.
Guarnire con la frutta utilizzata o la bacca di vaniglia precedentemente incisa

Se ti è piaciuto questo articolo “Il cacao: il cibo degli déi”, gentilmente suggeriscilo ai tuoi amici e condividilo nei social.

Grazie.